La guerra in Ucraina e le sanzioni colpiscono economicamente l’Eurozona molto più duramente degli USA. Nel 2022 prevediamo una combinazione peggiore di crescita e inflazione, con rischio di stagflazione. Le difficoltà di fornitura tornano in parte a inasprirsi e i lockdown in Cina presentano un rischio aggiuntivo.

Il video è in inglese.

Grafico del mese

Economics_chart_0422_IT

Nell’ultimo aggiornamento del nostro rating ESG interno (ambientale, sociale e di governance) di 114 Paesi, la Svizzera è al primo posto, seguita dalla Danimarca. I fanalini di coda sono l’Iraq e l’Angola. Il rating ESG è fortemente correlato con i dati economici tradizionali, come il reddito nazionale lordo (RNL)* pro capite. Si nota però che soprattutto i Paesi produttori di petrolio, ma anche Cina, Turchia e Stati Uniti, hanno un rating ESG relativamente basso rispetto al loro RNL. Rispetto ad altri Paesi sviluppati, gli Stati Uniti ottengono punteggi particolarmente bassi sulle questioni sociali, come la discriminazione delle minoranze e l’accesso all’istruzione e alla sanità. 

Altri argomenti che potrebbero interessarvi

Research Reports

Konjunktur-3840x2160

Economia

Prospettive Economia Maggio 2022

04.05.2022

Research Reports

Finanzen-3840x2160

Mercati Finanziari

Prospettive Mercati Finanziari Maggio 2022

04.05.2022

Research Reports

Konjunktur-3840x2160

Economia

Prospettive Economia Aprile 2022

06.04.2022

Research Reports

Emerging-3840x2160

Emerging Markets

Prospettive Mercati emergenti secondo trimestre 2022

06.04.2022