La gestione sostenibile dei rischi e delle opportunità nei vari cicli è profondamente radicata nel nostro DNA aziendale.

Abbiamo concepito la strategia d’investimento di Swiss Life Asset Managers con una visione sostenibile e a lungo termine, in piena sinergia con le nostre passività assicurative. Oltre ad aver integrato i fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) in tutte le principali attività aziendali, stiamo intraprendendo varie iniziative che vanno oltre l’integrazione standard. Per noi come gestori patrimoniali rispettosi del nostro dovere fiduciario, l’investimento responsabile non è solo un mezzo per reindirizzare i flussi di capitali verso lo sviluppo sostenibile, ma anche uno strumento importante per cogliere opportunità d’investimento e ridurre i rischi per i nostri investitori. Siamo convinti che soluzioni d’investimento sostenibili e valide stiano confermando la loro efficienza nel gestire i rischi e nell’offrire rendimenti più stabili proprio perché sostengono e finanziano aziende che operano per il benessere della società e degli azionisti.

 

Politica ESG

La nostra lunga tradizione di investimenti sostenibili è profondamente radicata nel nostro DNA aziendale. Negli ultimi anni abbiamo migliorato e consolidato questi valori per elaborare un approccio completo all’investimento responsabile. Il risultato è una politica ESG esplicita, basata su tre pilastri della responsabilità aziendale: dovere fiduciario, responsabilità intergenerazionale e gestione attiva.

grafik_s14_it

Cambiamento climatico

Assumerci una responsabilità intergenerazionale mentre lavoriamo per un futuro più sostenibile dal punto di vista ambientale è il caposaldo del nostro approccio. Il cambiamento climatico è una delle principali minacce che siamo chiamati ad affrontare a livello globale. Presenta infatti rischi significativi per le attività, ma può anche generare nuove opportunità per le imprese. Crediamo che questa combinazione di rischi e opportunità plasmerà i portafogli e la natura della gestione patrimoniale nel lungo termine. Ecco perché sosteniamo gli obiettivi dell’Accordo di Parigi sul clima e ci impegniamo dal 2018 nel quadro delle raccomandazioni della TCFD.

Nel 2021, il gruppo Swiss Life ha pubblicato la sua prima Relazione sul clima in linea con le raccomandazioni della TCFD Climate Report.

In essa illustriamo le misure da noi adottate per ridurre al minimo l’impatto del cambiamento climatico e contribuire alla transizione globale verso un’economia a basse emissioni di carbonio. Inoltre, cerchiamo attivamente soluzioni per migliorare la tenuta degli investimenti dei nostri clienti ai rischi legati al cambiamento climatico. Ciò significa identificare opportunità d’investimento specificamente legate alla riduzione delle emissioni di carbonio e all’efficienza energetica.

Titoli

Abbiamo lanciato un programma di investimenti “verdi” per quanto riguarda i titoli. Il nostro obiettivo è aumentare la quota di investimenti in obbligazioni verdi a 2 miliardi di franchi entro la fine del 2023, in linea con i Green Bond Principles dell’ICMA. Abbiamo inoltre formalizzato una strategia di eliminazione graduale del carbone termico per il portafoglio obbligazionario, contribuendo alla transizione verso un’economia più sostenibile e a basse emissioni di carbonio ed evitando il rischio legato agli “stranded asset”. Nell’ultimo anno abbiamo ridotto allo 0% la nostra esposizione alle società che generano il 10% o più dei loro ricavi dal carbone termico (dall’estrazione o dalla vendita a terzi).

Immobili

Mentre concentriamo la nostra attenzione sulla sostenibilità, una delle nostre massime priorità è l’aumento dell’efficienza energetica nel nostro ampio portafoglio immobiliare. Swiss Life Asset Managers punta ad acquisire asset già dotati di ottime credenziali di efficienza energetica e che producono energia rinnovabile in loco. Inoltre, migliora attivamente gli immobili già in portafoglio o di nuova acquisizione meno efficienti. Una componente chiave della nostra strategia climatica è il monitoraggio di una lunga serie di indicatori. Teniamo d’occhio il consumo energetico e le emissioni di carbonio del nostro portafoglio immobiliare in linea con le raccomandazioni della TCFD.

Infrastrutture

Ci concentriamo in particolare sulle opportunità offerte dalla transizione verso basse emissioni di carbonio nelle nostre attività infrastrutturali. Questo approccio è particolarmente evidente nella nostra recente acquisizione di Fontavis, una società d’investimento in infrastrutture specializzata in energia pulita. Mentre la lotta contro il cambiamento climatico continua a trasformare in profondità i modelli di business in ogni settore, nonché nella società nel suo complesso, la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio genera notevoli opportunità per gli asset infrastrutturali. Per noi, aree come le energie rinnovabili, le tecnologie pulite e la logistica offrono le maggiori opportunità. 

Integrazione dei fattori ESG nelle nostre operazioni giornaliere e nell’offerta di prodotti

Per noi di Swiss Life Asset Managers trasmettere il nostro approccio d’investimento responsabile a livello aziendale e integrarlo totalmente a livello dei prodotti è una delle massime priorità. In seguito a un lavoro dedicato e allo sviluppo delle nostre politiche e procedure, ora oltre il 90% delle nostre attività in gestione integra pienamente i fattori ESG. Inoltre, una selezione di portafogli segue strategie ESG dedicate che vanno oltre la semplice integrazione. Circa il 60% dei nostri fondi focus è stato classificato come prodotto a norma dell’articolo 8 o 9 del recente regolamento UE relativo all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (SFDR).

Crediamo che l’integrazione dei fattori ESG nelle decisioni d’investimento sia più di una semplice questione di adeguamento dei processi standard. Si tratta anche di costruire e ottimizzare le competenze ESG nella nostra intera organizzazione. Per questo motivo abbiamo istituito il Comitato ESG di Swiss Life Asset Managers e il nostro programma di ambasciatori, unico nel suo genere, che offre una formazione ESG ai collaboratori che poi trasmettono queste conoscenze nei rispettivi settori di attività. 

Mentre il Comitato ESG funge da principale organo di governance per le questioni ESG, il programma di ambasciatori assicura l’attuazione dei criteri ESG a livello aziendale in tutti i nostri processi operativi giornalieri.

Ulteriori informazioni

Gestione attiva

Per saperne di più

I criteri ESG nelle attività reali

Per saperne di più

I criteri ESG nei titoli

Per saperne di più